Tumbo Volley esce con le ossa rotte dal match adriese

10429379_10204002488281326_1237808531541236860_n

Lo scorso Venerdì 5 dicembre si è disputato l’incontro tra la società pallavolistica adriese e i “cugini” del Tumbo Rovigo Volley, che ha visto un netto dominio dei ragazzi di coach Stocco. La formazione etrusca ha conquistato il match senza troppe difficoltà, complici anche le molte assenze rispetto al Tumbo dello scorso anno del campionato di Seconda Divisione.
Vediamo così un primo set che si chiude in pochissimo tempo, con un Rovigo fiacco e disattento in quasi tutte le azioni: Moltissime le battute finite in rete, così come gli attacchi; indecisioni sulle competenze in difesa e assenza di un muro efficace. Cosa, quest’ultima, ampiamente sfruttata dalle bande adriesi Zorzan e Fregnan, che mettono a terra ottime palle anche in diagonale stretta; ci pensano poi i potenti attacchi al centro di De Grandis e quelli precisi e mirati di Ferrari a completare l’opera. La frazione si chiude sul punteggio di 10 per i rodigini.
Secondo set che si presenta quasi come una replica del primo; nonostante le indicazioni di Rizzi, i ragazzi del Tumbo non riescono a risalire e incappano nuovamente in errori sopratutto in battuta e attacco, con -anche qui- molte palle che si stampano pesantemente in rete o a muro.
Primo rientro in campo, dopo l’assenza di praticamente un anno, anche di capitan Brandolese, (sempre nel ruolo di banda) in sostituzione di Fregnan.
Ottime le ricezioni da parte del libero Franzoso, che serve un Ballarin in formissima, il quale posiziona alzate perfette ai compagni. Le efficaci battute in salto di Zorzan e Casellato aiutano ulteriormente la formazione etrusca a chiudere sul 25-14.
Durante il terzo set i rodigini risollevano la concentrazione restando più coesi; entra in campo anche coach Rizzi. Le due squadre rimangono praticamente in parità continua fino a circa metà punteggio ma il nervosismo del Tumbo è ancora molto e le imprecisioni in difesa e copertura non perdonano. Sono sopratutto i muri e gli attacchi di De Grandis a spiccare in questa frazione; alcuni recuperi su palle che sembravano ormai a terra aiutano l’Adria a condurre fino alla fine, mettendo il sigillo alla gara sul 25-19.
Coach Stocco può ritenersi soddisfatto di quest’ultima prestazione, ma dovrà mantenere comunque alta l’attenzione perché squadre che, all’inizio, sembravano destinate al fondo della classifica (come il Legnaro PGS) ora stanno dando del filo da torcere a tutte le altre.
Il prossimo match si disputerà sabato 13 in casa del Kio-Ene Padova che al momento conta solo 4 punti.
 
PARZIALI: 25-10, 25-14, 25-19
 
FORMAZIONI:
Adria Volley: Ballarin Marco, Brandolese Nicola, Casellato Francesco, De Grandis Denis, Ferrari Andrea, Ferro Luca, Franzoso Federico, Fregnan Mattia, Siviero Filippo, Tasso Mattia, Toffanello Simone, Zorzan Stefano.
All. Stocco Stefano
 
Tumbo Rovigo Volley: Baracca a., Brizzante E., Galiazzo D., Gregnanin A., Lago V., Milani N., Nadalini S., Osti T., Rainiero M., Zuolo M.
All. Rizzi M.
 
Scatti fotografici della partita nella pagina galleria, come sempre a cura di Enrico Fregnan.

Condividi: