Campionato alla fine, Adria Volley ritorna in sè: vittoria netta in casa Vision

1836835_10204961329211750_517948194917914022_o

Penultima giornata di campionato per Adria Volley, disputata lo scorso venerdì 17 aprile, a Megliadino San Fidenzio (PD) contro il Vision Volley.
Reduci dalla soddisfazione della scorsa settimana per aver strappato un punto alla prima in classifica, dopo un sudato ma meritato 3-2 in casa, i ragazzi di Ventura hanno saputo mantenere alta la testa senza lasciarsi andare ai pesanti cali di concentrazione visti invece nel resto del campionato.
La squadra entra in campo determinata da subito senza inutili paure. Le ricezioni sono precise e in certe occasioni sembrano quasi calcolate al millimetro in quanto l’impianto sportivo presenta un soffitto piuttosto basso. Sul palleggio di Varagnolo, ci pensano Fregnan e Tasso a sfoderare attacchi vincenti, ma anche Ferrari (unico opposto di questo match) fa la sua parte riuscendo a sfondare (o sfruttare con degli ottimi mani-out) il muro avversario sia in diagonale sia in parallela.
I centrali De Grandis e Zoletto, dal canto loro, costruiscono un muro molto efficace; De Grandis in alcune occasioni riesce a bloccare autonomamente i centrali del Vision.
Qualche incertezza in più porta la formazione adriese a rimanere sotto per alcuni tratti del secondo set, dando un barlume di speranza al Vision. Verso la parte finale della frazione di gioco, grazie anche a parecchi errori avversari, i ragazzi di Ventura ritrovano il coraggio iniziale e recuperano i punti persi, tenendo sotto pressione gli avversari e chiudendo sul 25-23. Artefici degli attacchi -sulle ricezioni del sempre presente Franzoso- sono ancora Tasso, Fregnan, Ferrari e De Grandis, quest’ultimo con una percentuale nettamente positiva e superiore agli ultimi incontri disputati.
Notevoli anche le battute, che in molti casi hanno “provocato” aces sopratutto quando l’obiettivo era il libero della formazione Padovana, spesso impreciso.
Nel terzo set la situazione volge in negativo per Adria Volley: per la prima metà di gioco il punteggio è sfavorevole; il nervosismo aumenta e Ventura decide di sostituire alcuni componenti del sestetto in campo: entra Ballarin per Varagnolo; più tardi De Bei e Brandolese prenderanno il posto rispettivamente di Franzoso e Tasso. Brandolese riesce a “sistemare” alcune ricezioni riportando un po’ di ordine in campo, ma il set è giocato sempre sul filo del rasoio. Quelli che sembrano essere i punti conclusivi per il Vision vedono invece spuntare una decisione arbitrale che dà ragione all’Adria. Si procede così in equilibrio fino al 30-28, quando Ferrari, con una battuta che “accarezza” la rete e cade nei tre metri avversari, riesce a siglare la fine dell’incontro conquistando un agoniato 3-0 che non si vedeva da inizio campionato.
In questo incontro si è vista l’Adria Volley che sapeva combattere, che non mollava mai fino all’ultimo punto, che teneva alto il morale in campo anche dopo un errore; si è vista l’Adria Volley che sapeva cosa vuol dire fare squadra.
Il campionato volge ormai alla fine, con la prossima gara in cui i ragazzi polesani si scontreranno con “Birreria Pisani Tergola” di Vigonza.
Guadagnare una posizione alta in classifica è ormai impossibile e la salvezza è l’unico obiettivo, ma la positività che deriva da quest’ultimo incontro disputato è qualcosa che risolleva nettamente il morale di tutta la squadra e rende onore agli sforzi di Coach Ventura.

 

PARZIALI 23-25, 22-25, 28-30

 

Condividi: